Come scegliere un pc portatile nel 2022

Come scegliere un pc portatile nel 2022

Tra i dispositivi high-tech che hanno trovato posto in quasi tutte le case italiane, il portatile è alla pari con lo smartphone. Trovare quello giusto a volte è molto difficile, anzi, può trattarsi di un vero e proprio percorso a ostacoli.

E non importa il periodo dell’anno, anche se l’inizio dell’anno scolastico è spesso il momento scelto per riattrezzarsi. Shop e produttori moltiplicano le offerte allettanti, i pack che combinano il portatile, una stampante o anche una suite per ufficio, a un prezzo imbattibile, per non parlare delle promozioni flash. Niente panico, ecco i nostri consigli per orientarsi nella scelta.

Quale dimensione dello schermo scegliere?

La domanda da porsi prima di passare all’acquisto è se utilizzerai questo PC solo a casa,  dal soggiorno alla camera da letto, o se prevedi di utilizzarlo anche fuori casa. Un grande schermo da 17 pollici è l’ideale per i viaggi in movimento: ti offrirà un comfort molto apprezzabile per lavorare o guardare film. Per gli spostamenti quotidiani, invece, è più appropriato uno schermo da 13 o 14 pollici.

Memoria RAM, SSD e hard disk

Per essere reattivi anche con più programmi aperti contemporaneamente, la RAM è un indicatore importante. Una memoria RAM di 8 GB è il minimo per poter navigare su più pagine web contemporaneamente, con un altro software in background. Per usi multimediali o più avanzati, è necessaria una RAM di 16 o 32 GB se si desidera utilizzare software sostanziali come Photoshop o Adobe Premiere Pro senza alcun blocco.

I laptop sono sempre più dotati di SSD, o memoria Optane, che li rende ancora  più veloci ed efficienti nello svolgere compiti pesanti. D’altra parte, alcuni portatili ora offrono un disco rigido molto leggero (Chromebook) . Si basano sul fatto che ora siamo costantemente connessi e che il Cloud è l’hard disk ideale per trovare documenti su diversi dispositivi.

Quale processore per quale uso?

È chiaramente l’utilizzo di multimedia o giochi che è decisivo per la scelta di un processore veloce. Quindi, se hai solo bisogno di navigare, prendere appunti o guardare video, un semplice processore (Intel Celeron, Pentium con Intel HD Graphics) andrà bene.

Se ti eserciti nell’editing di immagini o nell’editing video, sarà più adatto un processore multi-core Intel Core di decima o undicesima generazione con chipset grafico Iris Plus o Iris X. Per i giocatori che non vogliono perdere un secondo di latenza, il must è un must (AMD Ryzen 9 o Intel Core-i9) con una scheda grafica dedicata.

Autonomia: un criterio importante

Se devi frequentare le lezioni per giorni senza una presa nelle vicinanze, o se viaggi per lunghe ore, l’autonomia del PC è un criterio importante. Preferisci i modelli che offrono più di 10 ore di autonomia (Spectre X360, Dell XPS 13, Asus Series UX con piattaforma Intel Evo, Chromebook).

Meglio un portatile ibrido o un ultraportatile?

La tendenza dei portatili è chiaramente in linea con un design sottile e leggero. Con questo spirito, ci sono ultrabook che pesano meno di un chilo come il VivoBook di Asus, il Notebook di HP o l’Ideapad di Lenovo. La linea di portatili Intel Evo è di fascia alta per i clienti che cercano la migliore esperienza possibile.

I PC ibridi si trasformano in tablet per un uso versatile. Questa compattezza e flessibilità di movimentazione non significa che siano meno efficienti. Si adattano al nostro stile di vita sempre più digitale e nomade e a qualsiasi esigenza.

Tra un laptop e un tablet, il tuo cuore oscilla? Opta per entrambi con i nuovi PC ibridi. Dotati di un touch screen modulare (staccabile o girevole a 360°), offrono un’ottima praticità grazie a questa possibilità di passare dalla modalità computer a quella tablet. Per quanto riguarda le prestazioni, possono fornire il minimo per la vita di tutti i giorni o anche offrire configurazioni più consistenti se hai bisogno di più potenza (Microsoft Surface Pro 8, Surface Book, HP Spectre X360 e Chromebook di fascia alta).