Effetto yo-yo, come scegliere la dieta giusta

Effetto yo-yo, come scegliere la dieta giusta

Quante volte ci saremo trovati spettatori della sindrome yo-yo, o protagonisti di tale fenomeno?
La sindrome yo-yo è caratterizzata da un susseguirsi di fasi di restrizione alimentare, seguite da periodi in cui si recupera tutto ciò che si era perso e a volte anche di più.
Sono spesso propinati regimi dietetici senza effettuare una valutazione seria e ragionata di alcuni fattori legati al soggetto candidato a una dieta.
Viene soprattutto evitata l’analisi del contesto entro cui si inserisce l’alimentazione: non si tiene minimamente conto, delle esigenze della persona in rapporto al suo nucleo familiare, sociale o lavorativo, né si prendono in considerazione gli aspetti emotivi che accompagnano l’alimentazione.
Si ottengono così risultati insoddisfacenti, infruttuosi, generando l’abbandono e una spasmodica corsa a recuperare i grassi perduti, con conseguenze deleterie sul fisico e sulla psiche.
Si finisce, insomma, per confermare quel vecchio adagio che dice: “Le diete fanno ingrassare”.
Come scegliere dunque la dieta giusta senza incorrere nel rischio di sbagliare percorso e di ritrovarci con del peso in più?
Innanzi tutto è importante partire con un obiettivo realistico e trovare il giusto accordo con la realtà in cui viviamo.
Non tralasciamo di dire che qualsiasi dieta si intenda fare è importante seguire un parere medico ed avviare un ciclo di analisi appropriate.
Fatto ciò, bisognerà capire che la dieta è un percorso educativo e che occorrerà un minimo di sforzo per imparare, o reimparare a mangiare bene e sano.
Perché una dieta sia efficace bisognerà che nutra soprattutto la nostra autostima; questo è l’unico elemento che non deve dimagrire, perché questo accada è fondamentale che la prima settimana sia un successo!
La prima settimana deve dunque essere d’impatto, sarà dunque necessario consumare solo proteine, una dieta a base proteica permette di dimagrire in una settimana, permettendo alla nostra autostima di crescere.