Come scegliere un proiettore?

Come scegliere un proiettore?

Scegliere il proiettore giusto non è un compito facile. I modelli sono tanti e le tecnologie pure, e a volte è complicato navigare tra questa massa di termini tecnici indigesti. Per questo, ti proponiamo una semplice guida all’acquisto di un proiettore, che ti permetterà di orientarti verso il video proiettore più adatto alle tue aspettative ed esigenze.

Come scegliere il proiettore giusto? Troverai le risposte nelle righe seguenti…

DLP, TRI-LCD, LED: Quale tecnologia scegliere?

Due tecnologie condividono il mercato pubblico in generale: la tecnologia DLP (Digital Light Processing) e la tecnologia tri-LCD (Liquid Crystal Display).

I proiettori DLP e i proiettori tri-LCD funzionano in modo diverso per creare le immagini, ma le loro prestazioni in termini di differenze sono meno significative. I modelli DLP creano disagio visivo e mal di testa ad alcuni utenti a causa dell’effetto arcobaleno (o AEC). Tuttavia, questo fenomeno è raro e tende a scomparire con la rotazione più rapida della ruota dei colori e l’utilizzo di più segmenti (es. 6 invece dei 3 di base). La tecnologia tri-LCD alternativa non genera alcun effetto arcobaleno.

Solitamente dotati di una lampada ad altissima pressione (UHP), i videoproiettori vedono diminuire la loro intensità luminosa nel tempo. Le lampade sono materiali di consumo, con una durata compresa tra 2000 e 6000 ore in modalità normale. Per prolungarne l’utilizzo, si consiglia di utilizzare la modalità economica, che riduce l’intensità della luce, il consumo energetico e il rumore della ventilazione.

Alcuni modelli sono dotati di lampade laser o LED (molto costose), che offrono una durata 10 volte superiore a quella delle tradizionali lampade UHP (ovvero 30.000 ore). Il videoproiettore quindi si riscalda meno, con conseguente risparmio energetico e riduzione del rumore di ventilazione.

Quale connessione scegliere?

Vorresti collegare il tuo videoproiettore a un lettore DVD, un Blu-ray , un computer, un box, una console di gioco, un touch pad , una chiavetta USB? Più dispositivi vuoi connettere, più ricca dovrebbe essere la connettività. Per evitare di moltiplicare i cavi, puoi scegliere un modello con Wi-Fi, ma l’opzione è costosa (da 200 a 400 € il kit wireless). Ora tutti i videoproiettori hanno almeno una presa HDMI.

Alta Definizione e 3D

Per un utilizzo home cinema, opta per i proiettori Full HD (1980×1080) per godere di tutti i dettagli di DVD e Blu-ray. Le risoluzioni “HD Ready” e inferiori hanno il vantaggio di essere più convenienti. Ricorda che più grande è l’immagine, più visibili saranno i pixel.

I proiettori 4K sono rari e costosi e sul mercato non ci sono abbastanza contenuti disponibili per poterne fruire. Inoltre, tra 4K e Full HD non ci sono tantissime differenze. I proiettori 3D sono comuni, ma gli occhiali generalmente non sono vengono forniti: ci deve essere un budget supplementare per equipaggiare questi modelli.

Luminosità e contrasto

Due caratteristiche dovrebbero guidarti nella scelta: luminosità e contrasto.

La luminosità corrisponde all’intensità della luce generata dal videoproiettore ed è espressa in lumen. Più grande è l’immagine proiettata e più illuminata la stanza, più luminoso deve essere il videoproiettore: 1.000 lumen è un minimo, 1.600 o anche più di 2.000 lumen forniranno ulteriore comfort. In condizioni reali di utilizzo, le luminosità misurate sono inferiori a quelle pubblicizzate, quindi non esitare a chiudere le tapparelle per tuffarti nel buio e migliorare l’immersione.

In termini di contrasto, i produttori stanno conducendo una guerra spietata su chi avrà il miglior rapporto tra la luminosità di un punto illuminato e quella di un punto spento. Quando i proiettori a lampada convenzionali visualizzano contrasti tra 100.000: 1 e 35.000: 1, i modelli LED nel nostro test vantano rapporti di contrasto di 150.000: 1. Normalmente, maggiore è il contrasto, più profondi e ricchi di dettagli sono i neri.

Il principale vantaggio del proiettore rispetto a un televisore è la dimensione dell’immagine. Con una base di 2 metri, 3 metri o più, l’immersione in un film è totale e le sensazioni sono aumentate di dieci volte rispetto a un normale televisore. Abbina un proiettore ad alte prestazioni ad un sistema 5.1 o 7.1 , e otterrai un’installazione da cinema.